POST PINK, fumetti femministi


“Abbiamo imparato a dire che siamo desideranti e non solo desiderabili. Pensanti, non solo pensate. Agenti, non solo agite. Sopratutto siamo diventate narranti per non essere mai più solo narrate.”

Prendo in prestito le parole di Michela Murgia dalla meravigliosa prefazione che ha scritto a POST PINK (un’antologia di fumetti femministi) per introdurre questo progetto. POST PINK è l’ultimo libro collettivo a cui ho partecipato con dieci tavole, un progetto corale curato e voluto da Elisabetta Sedda. (Già editor in passato per Rizzoli Lazard e ora per DeA planeta). Per i più svogliati ho fatto una sfogliata su YouTube:

Le mie dieci tavole rappresentano l’orgasmo. L’orgasmo divino, mistico, visionario, espressione di una spiritualità anticonformista raccontando una breve parentesi nella quotidianità di Hildegarda di Bingen. Ho incontrato Hildegarda nel 2013 in un libro di Oliver Sacks: “L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello” dove ho letto del suo caso di emicranie talmente forti da procurargli delle visioni che lei rappresentava con ciò che conosceva e da cui era circondata all’epoca. Hildegarda è un caso molto conosciuto nelle neuroscienze. Sono rimasta talmente affascinata dai suoi disegni (gli universi suggerivano sempre la forma di una vagina con tanto di clitoride) e questo mi ha spinta a disegnarne nel 2014 e poi ad aspettare di poterne raccontare ancora. L’occasione è arrivata con POST PINK e ho immaginato che durante queste emicranie, per alleviarne il dolore, si masturbasse (molte donne per alleviare i dolori mestruali si toccano) e avesse delle visioni scaturite da un intenso piacere. Questo piacere è espressione di un’estasi perpetua. Anche l’orgasmo è espressione di Dio. Potete vedere alcune delle tavole con più calma qui sul mio sito. Questo libro sta ricevendo molte recensioni e alle autrici qualche intervista (potete leggerne sulla mia pagina Facebook). La prima presentazione si terrà venerdì’ 8 marzo alle ore 18:00 presso LaFeltrinelli di Piazza Ravegnana a Bologna. Ci saremo io, Sara Menetti e Silvia Rocchi, non vedo l’ora! (se vuoi puoi ordinarlo anche adesso su Amazon)

A fine febbraio ho fatto partire la mia seconda Newsletterina. Mi entusiasma la consapevolezza di sapere che ci sono talmente tanti spazi fuori dai canali ufficiali dove è possibile essere ed esprimere se stessi! Ciò rende questo mondo straordinario. Vi invito a iscrivervi e ci tengo a dirvi che la mando soltanto 1 volta al mese e, oltre a tanti consigli di lettura e altro, riepilogo gli appuntamenti del mese successivo. Clicca qui per iscriverti subito e ricevere tutti gli aggiornamenti sul mio lavoro e i miei spostamenti. (Qui sul sito invece raccolgo tutti i disegni che 1 volta al mese faccio per comunicarla)

www.tinyletter.com/portolano

Share