Io sono Mare

Il laboratorio in Cineteca che è diventato il Trailer del libro

Il progetto “Dalla parte delle bambine” è incentrato sulla pubblicazione di Io sono Mare di Cristina Portolano, un libro a fumetti per bambini dai 5 anni. Un’opera evocativa e un viaggio fantastico, per riflettere sulle tematiche dell’identità e della scoperta di sé, sui desideri e sulle emozioni in un’ottica di valorizzazione delle differenze, di inclusione e promozione delle pari opportunità.

A questo link sarà possibile scegliere in che modo aiutarci: https://www.ideaginger.it/progetti/dalla-parte-delle-bambine.html

Dalla parte delle bambine Io sono Mare Crowdfunding

Sostenete la campagna crowdfunding "Dalla parte delle bambine": un libro di Cristina Portolano e un progetto culturale per l'affermazione di ogni identità personale!https://www.ideaginger.it/progetti/dalla-parte-delle-bambine.htmlGrazie a Lele Marcojanni per la realizzazione del video e Teho Teardo per la musica.

Pubblicato da Canicola edizioni su Martedì 19 giugno 2018

 

Good night stories for rebel girls 2

Portraits of several rebel woman for volume 2 of “Good night stories for rebel girl”. 

My woman: Bebe Vio, Shamsia Hassani, Sophie Scholl, Katherine Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson.

good-night-stories-for-rebel-girls-2

Good night stories for rebel girls 1

Portraits of several rebel woman for volume 1 of “Good night stories for rebel girl” in Italy:Storie della buona notte per bambine ribelli” published by Mondadori.

My woman:  Alfonsina Strada, Matilde Montoya, Claudia Ruggerini

 

 

Quasi signorina

Cristina nasce a Napoli. È la fine degli anni Ottanta e fra camorra, terremoti e incidenti in centrali nucleari, la vita sembra piuttosto complicata. Ma se sei vispa e creativa, c’è una soluzione per tutto: come leggere gli adorati fumetti, disegnare, imparare l’autodifesa da tuo fratello grande, chiacchierare dei tuoi guai con Diego Armando Maradona e scrivere e ricevere lettere dalla Barbie. Tutte cose utilissime per crescere con un’idea personale delle cose e imparare a dire di no ai vestitini che pungono, alle ingiustizie, alle ipocrisie degli adulti, alle idee stupide sulle bambine, come quella che se sei femmina sei una bella bambolina nata per soffrire.